home: spostarsi in sicurezza: iniziative fondazione ania:

Trasporto pesante

Il progetto, “Sicurezza nel Trasporto Pesante”, punta alla formazione teorica e pratica degli autisti dei mezzi pesanti anche attraverso l’utilizzo di un simulatore di guida sicura per i TIR: gli autisti vengono formati attraverso corsi di guida sicura, seminari sui rischi della strada, controlli alla vista gratuiti, indagini sugli stili di vita e le abitudini alimentari. Formare correttamente il conducente non solo aiuta a far crescere nello stesso gli atteggiamenti che sono alla base di una reale sicurezza per se stessi e per gli altri, riducendo il numero degli incidenti nell’autotrasporto, ma comporta anche vantaggi economici. In pratica, una flotta di autisti formati e preparati alla guida dei mezzi, accresce la produttività e migliora la reputazione delle aziende.
Il simulatore viene utilizzato in aula su una piattaforma internet dedicata, all’interno del portale www.smANIAdisicurezza.it

Il Parlamento Europeo raccomanda ai singoli Stati membri di intraprendere iniziative di sicurezza stradale avvalendosi delle tecnologie già esistenti.

Per questo nasce “Tecnologia per il Trasporto Pesante”, che ha come protagoniste le migliaia di scatole nere, o “black box” che sono state installate, gratuitamente, su altrettanti mezzi pesanti dalla Fondazione ANIA.

Questo sistema consente di avere informazioni sui TIR che hanno aderito (quasi 2.000 mezzi) tramite i dati aggregati rilevati, consentendo di trarre utili indicazioni per affinare le strategie di prevenzione dai rischi di incidente stradale, sempre nel rispetto della privacy. Grazie alla collaborazione con ANIA Trasporti, 1000 mezzi partecipano anche alla sperimentazione che mira a verificare se i mezzi dotati di questo sistema telematico hanno un numero di furti e rapine minore. Il progetto mira a garantire anche una maggiore sicurezza degli autisti, in quanto i mezzi sono dotati a bordo di un pulsante d'emergenza per il soccorso medico ed antirapina, direttamente collegato ad una centrale d'emergenza che in caso di allarme ne può localizzare la posizione ed inviare in tempo reale i soccorsi.

Si possono, inoltre, verificare e ricostruire la dinamica di un incidente, un guasto meccanico, un eventuale malore dell’autista, un furto o una rapina e velocizzare le operazioni di intervento e di soccorso. Accanto a questo servizio, infatti, c'è quello di antifurto, che si può attivare sia in maniera automatica, con la segnalazione di furto da parte del sistema di allarme collegato al contatore satellitare, sia in seguito a una segnalazione diretta del cliente al numero verde della sala operativa di sicurezza.

Con questi progetti la Fondazione ANIA si pone all’avanguardia rispetto alle azioni che il Piano Generale dei Trasporti e della Logistica europeo individua per migliorare la Sicurezza Stradale.

L’azione combinata di queste due iniziative ha portato risultati significativi: quasi 550 incidenti stradali in meno.

Se sei una guidatore di mezzi pesanti e vuoi conoscere meglio e migliorare le tue tecniche di guida, potrai accedere al Corso Formativo ed utilizzare il Simulatore di guida per i TIR messo a disposizione dalla Fondazione ANIA Registrati